Weekend a Champorcher

È arrivato il momento di pianificare un weekend all’insegna del relax e della neve essendo oramai prossimo l’arrivo dell’inverno . Noi di Vadus abbiamo pensato a un fine settimana nella fantastica cittadina di Champorcher che come tutti sanno si trova nella parte meridionale della Valle d’Aosta e da anche il nome all’omonima valle in cui si trova. È inoltre bagnato dal torrente Ayasse.

Abbiamo messo a punto ben due diversi itinerari per accontentare e soddisfare tutti i diversi gusti ma prima di analizzarli, vediamo di scoprire qualcosa in più riguardo questa piccola cittadina.

L’origine del nome deriva dal francese, e più in particolare da San Porzio, in francese Porcier. Sibtratta di un soldato della legione tebea che scampato al massacro decise di recarsi in valle. Quindi Champorcher vorrebbe dire il campo di Porcier.

La storia di questo paesino non è per nulla conosciuta! Non si sa infatti praticamente nulla dello sviluppo di questo paesino, quando venne fondato né da chi. Si iniziano ad avere notizie per lo meno di matrice demografica a partire dall’unità d’Italia e da questi dati si può vedere come la popolazione sia sempre più andata diminuendo. L’economia del paese infatti non è molto varia e si basa sul turismo e sull’artigianato oltre che ovviamente sull’allevamento di mucche e sulla produzione di formaggi.

Ma veniamo ora alle nostre proposte per il vostro weekend da sogno!

La prima proposta è la più tradizionale e consueta e consiste nell’andare a visitare le magnifiche montagne attraverso passeggiate mozzafiato. Sono presenti infatti numerose aree naturali degne di nota come il parco naturale del monte Avic, il percorso degli orridi per chi non soffre di vertigini oppure il vallone dell’Alleigne. Anche il lago Muffet vale una visita, così come l’ecomuseo della canapa.

La seconda proposta invece è un po’più inconsueta e stravagante. Si tratta di mettere ai piedi gli sci e lasciarsi trasportare dalle distese innevate di questo magnifico comune. Il comprensorio infatti vanta moltidsimi kilometri di piste completamente innevate per ben quattro mesi all’anno. Si tratta di un paradiso per tutti gli sciatori. Ci si può poi inoltre rifocillare in una delle baite disseminate sulle piste dove poter consumare ottimi prodotti valdostani come fontina, toma, moccetta e lardo. Neve fresca o artificiale che sia le piste sono sempre ben battute e tenute durante lintero arco della giornata. Di certo non rimarrete delusi.

È così si andrà a concludere il vostro magnifico weekend in montagna, di certo avrete una voglia matta farvi ritorno magari in estate!

Quanto hai ritenuto interessante questo articolo?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Watch Dragon ball super